e-book La terra degli altri (Strumenti per la didattica e la ricerca) (Italian Edition)

Free download. Book file PDF easily for everyone and every device. You can download and read online La terra degli altri (Strumenti per la didattica e la ricerca) (Italian Edition) file PDF Book only if you are registered here. And also you can download or read online all Book PDF file that related with La terra degli altri (Strumenti per la didattica e la ricerca) (Italian Edition) book. Happy reading La terra degli altri (Strumenti per la didattica e la ricerca) (Italian Edition) Bookeveryone. Download file Free Book PDF La terra degli altri (Strumenti per la didattica e la ricerca) (Italian Edition) at Complete PDF Library. This Book have some digital formats such us :paperbook, ebook, kindle, epub, fb2 and another formats. Here is The CompletePDF Book Library. It's free to register here to get Book file PDF La terra degli altri (Strumenti per la didattica e la ricerca) (Italian Edition) Pocket Guide.

Creare un'economia di cura collana ALL n. Programma Conferenza.

Italian - The Center for Partnership Studies

Visit rianeeisler. Your Name required. Your Email required. Your Message. Testi di Riane Eisler. Altri segni, altre voci l volume raccoglie una serie di approcci, sintetici e analitici, finalizzati a creare un laboratorio sperimentale, multidisciplinare e creativo dove sviluppare una cultura di partnership. I pennelli sono integrabili, possono cambiare forma ed essere animati. Le forme sono vuote o riempite e sono ruotabili opzione disattivabile. Numerosi font arricchiscono lo strumento di testo, grazie al quale le scritte e le etichette sono modificabili nelle dimensioni e nello stile neretto, corsivo.

Gli effetti speciali le "magie" sono molto divertenti e sono particolarmente amati dai bambini. Sopra una lavagna realistica che costituisce l'area di lavoro , si trovano, come icone, gli strumenti "Matita", "Gomma", "Secchiello" e "Righello"; sotto la lavagna ci sono 7 quadratini per la selezione veloce dei colori rosso, verde, blu, giallo, viola, nero e bianco.

All'avvio il software presenta una finestra con 3 barre: 1 una barra dei menu; 2 una barra degli strumenti; 3 una progress bar. Altre finestre appariranno quando si caricheranno immagini, si realizzeranno istogrammi e grafici, si faranno misurazioni. Nel menu "File" troviamo le seguenti voci: 1 "New" creazione di una nuova immagine o di un nuovo "stack" ; 2 "Open", "Open next", "Open samples", "Open recent" apertura di immagini, esempi, files recenti ; 3 "Import" importazione di svariati oggetti, tra cui immagini.

Gli altri menu sono "Analyze", "Plugins", "Window", "Help". A questo proposito, un manuale completissimo su ImageJ svg. Le finestre con i comandi possono essere nascoste, in modo da concentrarsi unicamente sul disegno a pieno schermo; sempre a tale scopo, tutte le funzioni principali sono raggiungibili con tasti di scelta rapida.

Il programma importa immagini. Un discorso a parte merita Quick Picture Tools www. Entrambe le applicazioni permettono la costruzione di modelli virtuali utilizzando mattoncini. Ci sono poi diversi settaggi riguardanti le caratteristiche 3D. I lavori realizzati possono essere stampati o salvati nel formato. Per il resto le funzioni sono esattamente le stesse di BlockCad. Si aggiungono 7 accurati strumenti di selezione, essenziali per la modifica delle costruzioni prodotte. I modelli sono salvabili e richiamabili nel formato proprietario. Le varie fasi della realizzazione di un oggetto possono essere salvate come immagini.

Colorun permette la distinzione dei colori e delle loro diverse gradazioni e combinazioni e il loro mescolamento su una tavolozza. I motivi di sfondo possono essere agevolmente selezionati e ruotati prima dell'applicazione al disegno. NET 3. Shot 1. Net; 37 Text To Image Converter 1. Cartine della Germania sono state usate per il programma Germania - Stati Federati 1. Mapas Interactivos mapasinteractivos.

In Target Map www. GmapGIS www. All'interno del sito GeoGuessr www. Pat ian. Tutti gli stati del mondo e intere aree territoriali ian. SweetHome3D, disponibile anche in versione "portable" www. Gli oggetti presenti sono centinaia, sono divisi in 10 categorie Bagno, Cucina, Esterno, Luci, Miscellanea, Porte e finestre, Soggiorno, Stanza da letto, Ufficio, Veicoli e vanno disposti nello stage 2D una volta definite le stanze con i muri e i tramezzi. Nella parte in basso a destra viene visualizzata in tempo reale un'anteprima 3D, mentre in basso a sinistra viene integrata a mano a mano una lista degli elementi inseriti con i relativi parametri modificabili.

Per i nostri scopi di creazione di oggetti di apprendimento sono molto utili le opzioni di: 1 stampa del disegno 2D su. Infine si aggiungono gli elementi di arredamento e gli accessori, prelevandoli dalle altre librerie, ed eventualmente si modificano i colori e le trame di ogni elemento del modello muri, porte, finestre, pavimenti, soffitti, arredi, accessori e si inseriscono le quotature e i testi.

La libreria degli oggetti comprende 6 categorie: "Industry" 10 items , "Park" 15 items , "People" 2 personaggi , "Site" 18 items , "Town" 10 items , "VirtualFair" 4 items. Bisogna peraltro fare attenzione a non installare, durante l'esecuzione del file di setup Ludiplan. Per il resto il programma: 1 permette di creare e gestire diversi tipi di oggetti rettangoli, linee, cerchi, rettangoli arrotondati, archi, poligoni, forme a mano libera , testi in formato semplice o. In output si possono stampare modellini da ricostruire con carta, forbici e colla, ma si possono salvare i propri lavori anche come immagini.

Basta inserire le misure della stanza e quindi disegnare i vari elementi usando gli strumenti della sezione "Draw" in alto a destra oppure trascinare gli oggetti della barra "Items". Alcuni elementi presentano frecce per il loro orientamento. Il cestino in basso con la scritta "Trash" serve per eliminari gli oggetti. Il tasto "Reset" ripulisce l'area di lavoro.

Nella conversione in. Nelle pagine possiamo inserire cornici di testo, cornici immagine, tabelle, 18 forme diverse, poligoni, linee, curve di Bezier, linee a mano libera. Tuttavia PagePlus SE www. PagePlus SE permette: 1 la gestione delle tabelle; 2 l'inserimento di numerose forme modificabili tra cui stelle e spirali ; 3 la correzione automatica e la modifica artistica dei testi con colorazioni, sfumature e riempimenti ; 4 la definizione e l'uso di pagine mastro.

Tra i programmi commerciali va citato AmicoPrint , della Garamond www. Il software unisce testi, clipart, disegni e fotografie in modo da formare vivaci libri divisi per capitoli e sezioni e arricchiti da cornici artistiche. Sono a disposizione degli utenti diversi modelli con spazi appositamente predisposti per accogliere le immagini. Con le sue 35 librerie grafiche in formato. Interessanti in ambito educativo sono, oltre alla libreria "Diagrammi di flusso", anche le librerie "Assortito", "Cronogramma", "Mappa, Isometrica", "Mosaico", "Scala" e "Varie", tutte contenenti immagini scalabili.

La Casa della piemontese. la pregiata razza bovina tra ieri e oggi nella casa/museo di Carrù

Tutti gli oggetti possono essere inseriti in qualsiasi colore selezionato e con le linee in 5 spessori differenti. Diagram Designer crea diagrammi ER, UML e di flusso, sequenze di diapositive e schemi generici, e importa ed esporta in. Nella costruzione dei disegni ci aiuta un'ampia libreria di oggetti predefiniti ma personalizzabili a piacere dagli utilizzatori : basta trascinarli nell'area di lavoro, modificarli opportunamente aggiungendo ad esempio il testo necessario e unirli con frecce e collegamenti.

Oltre agli elementi della libreria predefinita sono inseribili negli schemi linee, frecce, connettori, curve, testi, ellissi e rettangoli. Flessibile e potente, CMap Tools, sviluppato sulla base degli studi di Joseph Novak dall'Institute for Human and Machine Cognition della Cornell University of West Florida, permette la creazione di mappe concettuali nodi e relazioni tra nodi semplici o complesse, che poi possono essere condivise con altri utenti direttamente sul web.

Ogni mappa creata o aperta viene visualizzata in una finestra indipendente. Il doppio click del mouse sul "Nuovo concetto" creato determina la modifica del testo. Da un "concetto" si possono creare facilmente delle "proposizioni", cliccando con il tasto sinistro sul concetto e cliccando ancora sul rettangolo con le due frecce che appare in alto.

Tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, basta muoverlo per ottenere un nuovo concetto unito al precedente da una freccia e da un rettangolo di collegamento, contenente una "frase legame". Naturalmente gli altri strumenti e le altre opzioni disponibili sono innumerevoli. Le mappe mentali create possono essere rappresentate graficamente con struttura ad albero ed esportate in numerosi formati, tra cui. Si tratta di un gestore di mappe mentali con un'interfaccia piuttosto pulita e chiara. Molto semplice da usare, Edraw Mind Map mette a disposizione degli utenti numerose funzioni: 1 esportazione delle mappe in formato immagine.

Il limite maggiore appare proprio l'assenza di una versione localizzata italiana. Una mappa editabile creata con Edraw Mind Map e dedicata allo studio delle regioni italiane strategiedimamma. Scritto in Java, il programma permette il salvataggio in. Si possono inserire allegati, collegamenti a grafici, nodi con nuvole e molto altro. L'implementazione oculata dei tasti funzione F1, F2, Le mappe vengono create semplicemente premendo il tasto TAB, mentre il tasto INVIO viene utilizzato per inserire argomenti topic principali e secondari.

L'uso di software professionali molto costosi Finale, Sibelius, Cubase non sempre rappresenta la soluzione migliore per gli operatori scolastici; e gli stessi alunni, posti di fronte a programmi complessi e specialistici, difficilmente si avvicineranno al mondo affascinante della composizione audio e midi. Saranno riportate tuttavia le caratteristiche di alcune applicazioni commerciali Cakewalk Pro Audio, NoteWorthy Composer, Band-in-a-box, GnMidi particolarmente interessanti dal punto di vista didattico e probabilmente non sostituibili completamente da programmi gratuiti dello stesso tipo.

Tra gli effetti avanzati applicabili da Audacity ricordiamo quelli di eco, esaltazione dei bassi, wha wha , phaser, riproduzione al contrario. Il nuovo contenitore multimediale libero. Per il resto, gli effetti prodotti dalle indicazioni di "staccato", "accentato", "crescendo", "diminuendo", "rallentando", "accelerando" sono reali ed evidenti nei midi 0 o 1 prodotti.

Il programma visualizza i files midi. DigiPiano sourceforge. Sempre creato in linguaggio Java, MyJavaPiano 2. Do, Famin7 o Do13b9 e scegliere uno stile a piacere: per il resto il programma genera automaticamente un arrangiamento professionale completo. Una serie estesissima espandibile di stili accompagna il software e permette a Band-in-a-box di produrre brani di qualsiasi tipo Jazz, Pop, Country, Classico, Religioso, Rock, ecc.

Ci permettiamo di suggerire un inserimento discreto di elementi video nei nostri oggetti di apprendimento, anche per non aumentarne eccessivamente dimensioni e pesantezza. Riparleremo successivamente di Flash, dato che rappresenta un vero e proprio ambiente di programmazione che si presta a innumerevoli usi.

Immediatamente di seguito riporteremo e descriveremo invece alcune applicazioni gratuite che possono risultare utili per preparare animazioni, ma non garantendo per esse in assoluto risultati soddisfacenti in ogni sistema operativo e in qualsiasi condizione e ben sapendo che alcuni software commerciali come Pinnacle Studio e Nero Vision sono obiettivamente inarrivabili e irrinunciabili nel caso si vogliano ottenere risultati professionali.

Windows Movie Maker gestisce i formati audio.

Pubblicazioni

Synfig Studio permette di ottenere animazioni fluide senza doverne disegnare individualmente ogni fotogramma. Le tecniche di trasformazione morfologica passaggio tra due immagini e di ritaglio piccole modifiche applicate nel tempo a un'immagine consentono una facile creazione dei necessari fotogrammi intermedi. Occorre comunque una certa pratica per l'utilizzo efficace del programma, certamente non adatto a bambini e adolescenti. E' possibile importare immagini create da GIMP o nel formato.

Il programma utilizza il formato immagine. Pur non offrendo caratteristiche paragonabili a prodotti professionali come Adobe Premiere, edita i video in modo veloce e lineare e permette di elaborare numerosi formati ampiabili da filtri forniti da terze parti. Il software funziona grazie a script in formato.

L'uso in ambienti didattici appare piuttosto problematico, tuttavia la formazione specifica al software di un operatore scolastico permetterebbe la soluzione dei vari problemi di composizione video che si presentano periodicamente nelle scuole. All'indirizzo www. NET Framework e si occupa specificamente dell'inserimento e della modifica di sottotitoli nei video.

Mpg2Cut2 2. E' possibile importare video, ridimensionarli, riprodurli in tempo reale, tagliarne alcune parti e molto altro.


  • Menu sezioni;
  • Bacheca | Architettura – UniRoma3.
  • Autobiography of George Fox - Enhanced Version?
  • I software autore per la didattica.
  • Proverbi & Modi di Dire - MARCHE (Italian Edition).
  • 2. I programmi autore.

Ulteriori servizi on-line saranno illustrati quando si descriveranno i generatori di presentazioni e contenuti multimediali. In un file.

Press Release

Le altre caratteristiche del software sono: 1 supporto dei files. Il software, disponibile anche come portable, presenta avanzate funzioni di editing ed encoding. In particolare: 1 apre, crea, decompatta e modifica files. Maggiori formati, sia in apertura. I files della nostra applicazione vengono impacchettati in un unico file.

Questi oggetti possono essere: 1 modificati, corretti, ampliati; 2 spostati; 3 riutilizzati in contesti differenti. A ogni evento di un oggetto ad es. Nella pratica vari oggetti indipendenti interagiscono tra di loro e modificano il loro aspetto e comportamento in base al verificarsi di determinati eventi regolati da un codice associato.

UNIVERSITÀ

Nell'agosto , con Visual Basic 4. La versione definitiva Visual Basic 6. Visual Basic. Si potrebbe continuare nella descrizione del software e del linguaggio di programmazione, ma appare maggiormente opportuno in questa sede evidenziare i vantaggi e gli svantaggi legati alla scelta e all'uso di Visual Basic come ambiente di programmazione per lo sviluppo di software didattici. Ma sono presenti in vbscuola anche diversi manuali per apprendere la programmazione nelle precedenti versioni di Visual Basic www.

All'interno di questo progetto, numerosi programmatori hanno realizzato oltre applicazioni per tutti gli ambiti disciplinari. Hanno poi collaborato al sito vbscuola. NET Framework. Borland Delphi 8 non poteva compilare applicazioni native. Tralasciando l'ibrido rappresentato da Delphi , giungiamo alle recenti versioni , , , , XE, tutte capaci di supportare. A livello didattico possiamo dire che sono state utilizzate soprattutto le versioni 3, 4, 6 e 7 da alcuni programmatori che hanno visto in Delphi il modo per realizzare applicazioni flessibili, stabili, veloci e compatibili con qualsiasi sistema Windows.

Quasi tutti i programmi didattici freeware realizzati da chi scrive www. Sempre nel sito www. Per il resto hanno adoperato Delphi per le loro applicazioni didattiche freeware anche: Andrea Floris www. In particolare i pregi principali di Delphi sono: 1 alto numero di componenti disponibili si veda il noto "repository" www.

Fagus Life Project Introduction - LIFE11 NAT/IT/000135

Questi software autore saranno attentamente considerati e descritti in seguito. Senza bisogno di alcuna registrazione, una volta inserito il link del sito da analizzare, vengono mostrate in un'unica schermata navigabile 7 finestre con le seguenti risoluzioni: x, x, x, x, x, x, x Si possono impostare e provare anche nuove risoluzioni aggiungendole a quelle standard tramite il pulsante "Customize". Similmente Browserbite app. Il programma funziona con il meccanismo del "drag and drop" e comprende anche una funzione di cattura di schermate.

In seguito hanno sfruttato in Italia il software di Macromedia prima e Adobe poi: 1 Umberto Forlini www. Nelle animazioni Flash si possono inserire: 1 forme vettoriali; 2 immagini. In output si produce un file. In alto, nel "main menu" menu principale ci sono i comandi "standard" e soprattutto diversi strumenti per agire sui files. Nello "stage", al centro, vengono inseriti tutti gli oggetti che poi faranno parte della pubblicazione. Nel "pannello dei tools" strumenti , sono inseriti numerosi strumenti selezione e deselezione, colori, testi, disegno, ecc. Un esempio velocissimo: il comando "Create Motion Tween" inserito tra il keyframe 1 e il keyframe 30 relativi a un'immagine prima posta a sinistra e poi sistemata al centro , determina lo spostamento da sinistra al centro dell'immagine stessa; per fermare l'immagine al centro e per evitare il suo movimento continuo , basta cliccare sul keyframe 30, aprire il pannello "azioni" e scrivere in ActionScript la riga "stop ".

Per attivarla basterebbe inserire ad esempio, sempre con ActionScript, la condizione di pressione della barra spaziatrice per fermare il movimento dell'immagine in un punto qualsiasi. Per questo in ambito didattico si consiglia l'uso di Flash per la realizzazione di: 1 filmati e animazioni; 2 giochi; 3 piccoli programmi dedicati a obiettivi molto specifici; 4 applicazioni per bambini molto piccoli. Si tratta di "tools" molto diversi tra loro e che possono essere usati spesso in combinazione oppure in fasi successive in uno stesso progetto unitario. Per sottolineare proprio tale appartenenza, dal l'azienda di Redmond ha modificato il nome del prodotto in Microsoft Office Powerpoint.

Infine la versione facilitava la masterizzazione su CD-ROM dei progetti e la versione migliorava sensibilmente interfaccia d'uso e grafica. I tentativi di trasformare Powerpoint in uno strumento autore vero e proprio sono falliti e con essi sono naufragate le illusioni di chi voleva proporre il programma come strumento principe della didattica italiana.

Diversi movimenti e varie animazioni si possono applicare a qualsiasi oggetto inserito e sono previsti numerosi e vivaci effetti di transizione tra una pagina e l'altra. Chi scrive, proprio sfruttando Microsoft Powerpoint Viewer, ha realizzato in linguaggio Delphi Visualizza Powerpoint 1. Le presentazioni in questo caso devono essere inserite in sottocartelle nella directory "ppt".

Rossella Di Somma, proprio a partire da files Powerpoint , ha realizzato quattro vivaci animazioni. Oltre ad operare con i pulsanti di navigazione avanti, indietro, pausa , si possono selezionare diapositive specifiche ed usare alcuni strumenti utilissimi note, evidenziazioni, opzioni di visualizzazione.

Le presentazioni sono suddivise per classi ed accompagnate da schede di verifica in formato. Darwin e la selezione naturale, La selezione sessuale, I fringuelli di Darwin, Origine della vita, Adattamento, Le ere geologiche, I fossili, Sintesi delle proteine. Come PowerPoint, crea presentazioni multimediali. Non viene qui considerata la pur interessante e migliorata versione 2, divenuta completamente a pagamento, e si consiglia invece di prelevare l'edizione italiana della versione 1. Libri interattivi funzionali, ma anche molto gradevoli sono stati realizzati da Silvia Di Castro: Gli articoli www.

Altri progetti disponibili in italiano ad opera di vari autori, soprattutto operatori scolastici sono: 1 La preistoria A fairy tale dl. Introduzione sisi Il corpo umano dl. Gli Etruschi dl. Tutti questi libri ricchi e stimolanti dimostrano come in un progetto Didapages possano essere inseriti vari formati di files testi, immagini. Proprio su Flash si fonda il software di Carlo Guedes, permettendo l'integrazione di files. Il file. Complessivamente, la distribuzione dei punteggi attribuiti dal gruppo italiano per il I e il II ciclo sembra rispecchiare la reale progettazione degli attuali corsi di laurea.

I rispettivi obiettivi formativi sono infatti orientati principalmente alla costruzione di competenza clinica nel I ciclo di studi e di competenza manageriale nel II ciclo. Ci sentiamo di accennare, in modo particolare, ad alcune considerazioni sulle competenze comunicative, educative e di ruolo che, pur riconosciute core della formazione infermieristica, non sono comunque percepite come elementi strutturanti degli attuali curricula. Secondo il gruppo di esperti consultati per il processo di validazione, tali competenze dovrebbero essere fortemente valorizzate nella formazione base e post base, negli esami di abilitazione e nei contesti lavorativi.

Spine, 25 24 , Nurse Educ Today, 28 8 , J Res Nurs, 14 2 , Universidad de Deusto, Bilbao. An introduction. Wegewijs B, Durkin K et al. Including programme competences and programme learning outcomes.